#2 colloquio informativo YOUABROAD

14:53 Ludovica De Joannon 0 Comments

Eccomi qui con il secondo post del blog. Il titolo non è molto originale ma riassume perfettamente ciò che sto per dire. Infatti,oggi pomeriggio, sono andata a Roma con i miei genitori per il colloquio informativo di Youabroad. Sono molto contenta di come si è svolto: la rappresentate (che chiamerò A. per questioni di privacy) è stata gentilissima, chiara e disponibile per qualsiasi informazione facendomi subito sentire a mio agio. Mi ha spiegato per filo e per segno quella che è l'esperienza dell'anno all'estero, gli aspetti positivi e quelli negativi, la scuola e la famiglia, i problemi della partenza e quelli del ritorno parlando ininterrottamente per un'ora e mezza circa. Mentre mia mamma assimilava concetti come "dieci mesi" o "dall'altra parte dell'oceano" lanciandomi delle occhiate del tipo "come farò senza di te?" io pendevo letteralmente dalle labbra di A. viaggiando con la mente e immaginandomi già in America con la mia host family (immaginaria). Domani le manderò un'email per richiedere il test/colloquio con la psicologa che si tiene online e al telefono. Chissà come andrà! Vi farò sapere nel prossimo post, nel frattempo vi lascio con una citazione bellissima di Mark Twain: 
Tra vent'anni non sarete delusi delle cose che avete fatto ma da quelle che non avete fatto. Allora levate l'ancora,abbandonate i porti sicuri,catturate il vento nelle vostre vele. Esplorate. Sognate. Scoprite.
Buonanotte ❤️

0 commenti:

#1 Hello everybody!

12:05 Ludovica De Joannon 0 Comments

Primo post del blog e taante cose da dire. Non vi parlo di me perché e tutto scritto nella bio (e comunque spero imparerete a conoscermi post dopo post).
Premetto dicendo che è circa dalle medie che sogno di diventare un'exchange student però, nelle ultime settimane, ho vacillato un pò, alternando picchi di felicità in cui non avevo dubbi ed ero sicurissima di voler fare questa esperienza e momenti di vera ansia in cui mi dicevo che era folle e che non ce l'avrei mai fatta.
Credo/spero sia normale e che sia un comportamento dettato dalla paura dell'ignoto. Si,perché essere exchange significa davvero avanzare nel buio, lasciare un porto sicuro per avventurarsi in mare aperto. Per essere exchange bisogna avere coraggio, determinazione e anche una bella dose di pazzia.
In ogni caso,alla fine, mi sono resa conto che questa è l'occasione della mia vita, che mi aprirà molti portoni e chissà, maybe ne chiuderà altri! Ma non mi importa perchè so che, qualsiasi cosa accadrà, ne sarà valsa la pena, e questa è una certezza. 
Comunque, passando alle cose pratiche, ieri i miei hanno contattato Youabroad per prenotare un colloquio informativo e hanno parlato con una signora molto simpatica e disponibile. Ci ha dato appuntamento per lunedì pomeriggio alle sei a Roma e niente, sono molto emozionata e non vedo l'ora di conoscerla!!
In realtà non vedo l'ora di fare moltissime cose:  fare il test, essere accettata (l'importante è crederci) compilare il dossier per la host-family,salutare tutti,dire ciao a questa vita e partire per cominciarne un'altra negli USA. A me l'Oscar per i film mentali ahah
Scriverò dopo lunedì, ciao a tuttiii e buon weekend! 

0 commenti: