#16 Hello March

10:03 Ludovica De Joannon 0 Comments

Scorre,scorre inarrestabile. Relativamente veloce, relativamente lento. Ah! Il tempo! Così fugace e precario, nella sua corrente trascina ogni cosa: momenti,pensieri,ricordi,giorni.
Anche febbraio è trascorso così, tra dolci e festività, tra risate e compiti in classe,tra incertezze e soddisfazioni. Il mese mascherato cede il posto a un nuovo capitolo, pazzerello dicono i più.
Marzo.
Il mese dei Pesci, della pioggia e del sole, della speranza di una primavera nascente, dei fiori e dell'allergia, il mese in cui mi è facile sorridere, il mese del mio compleanno.
Conosco la mia hfamily ormai da sei settimane e mi sorprende come,in così poco tempo e ad una distanza tale, si possa creare già un legame forte, attraverso parole (talvolta da me un pò storpiate),immagini e video,Snapchat e Whatsapp. Maledetta e Santa tecnologia!
Tana (Montana), la hsister maggiore, è una ragazza carinissima. All'inizio non era molto loquace, forse era imbarazzata (mai quanto me comunque) o forse non sapeva bene come porsi nei miei confronti, ma alla fine, dopo un paio di settimane, si è aperta sempre di più e non c'è giorno che passa senza che io riceva una foto direttamente dal Texas con qualche commento sulla noia del lavoro, sul clima (nevica ovunque!) o sul suo ragazzo (lei stessa mi ha detto che è un "brat"- monello).
Brenlee ha ancora il telefono rotto (cosa stanno aspettando?), quindi ci sentiamo meno spesso,ma quando lo facciamo mi tartassa di foto e video. E' seriamente una matta, mi fa morire dalle risate ed è dolcissima con me. Ogni volta mi dice che si avvicina sempre di più il momento in cui ci incontreremo e già sta facendo dei programmi per quando sarò lì (tra cui un appuntamento  da Buffalo wild wings).
Paula (hmum) è un persona, per quanto la conosca, incredibilmente dolce, simpatica, aperta e disponibile. E' mooolto attiva su Facebook (ogni giorno mi ritrovo a vagare sul suo profilo con la testa oltreoceano), pubblica costantemente foto di Poolville,delle figlie, delle attività della scuola e quant'altro. Qualche giorno fa era il trentesimo anniversario di matrimonio con Donald (hdad) e ha postato le foto del dolce giorno: è stato stranissimo vederli da giovani!
Un'altra persona con la quale ho stretto un bellissimo rapporto è Lina, attuale exchange student  tedesca da loro ospitata che è sempre disposta a darmi una mano, a rendermi partecipe di quanto si sta svolgendo lì, a 9000 km di distanza.
Per non parlare di Ginevra, una ragazza conosciuta così,per caso, con un messaggio su Whatsapp in cui le chiedevo non so cosa. Toscana come me, texana come me. Insomma,il destino ha fatto si che le nostre strade si incontrassero!
Che dire,questo viaggio, cominciato con una firma,mi sta portando in un'altra dimensione, non in America, non in un altro stato, ma in un posto in cui persone di culture, lingue,usi,costumi e vite differenti possono creare splendidi legami di curiosità,di affetto e amicizia,un posto in cui la diversità non viene additata ma accolta con interesse, dove si ride per un accento particolare, per una pronuncia non proprio perfetta.
Questo viaggio mi sta regalando tante,tantissime emozioni, impossibili da descrivere,da raccontare o spiegare e sta portando,nella mia vita,altrettante, straordinarie,persone.





0 commenti: