#17 Happy Bday to me!

13:32 Ludovica De Joannon 0 Comments

16 MARZO 2015
Primo post di questo mese. Forse un pò in ritardo (avrei voluto scriverlo per la festa della Donna!) ma alla fine eccolo qui,appena sfornato come i muffin che stanno inondando la cucina con la loro squisitezza. Perché i muffin? Ci sono svariate e valide motivazioni che mi hanno condotto alla realizzazione di quest'opera culinaria:
1- è il mio compleanno!!!
2- sono americani
3- sono buonissimi
Bastano no?
Ma comunque non era dei muffin che volevo parlare (anche se sarebbe un argomento così interessante!) Oggi, sedici marzo duemilaquindici,non posso evitare il tema "tempo che scorre/anni che passano/compleanni da festeggiare", sarebbe quantomai ipocrita da parte mia. Perchè sì, magari potrebbe sembrare banale,scontato come post , ma non posso vivere con il rimorso di non aver posto al centro di questo discorso il mio ego,il mio compleanno e tutte le cose che mi riguardano personalmente (e poi è il mio diario perdindirindina!)
Che dire, diciassette anni. Un gradino prima dei fatidici 18 anni,un piede nel passato e l’altro nel futuro. Dopotutto a diciassette anni cosa siamo? Bambini un po’ cresciuti? Adolescenti con istinti suicidi? Giovani adulti in cerca della loro strada?
Così,nel frattempo,mi ritrovo qui a scrivere di come il tempo scivoli via, di come i giorni passino tra uno sbuffo e un altro, di come siamo estremamente concentrati sulle cose che non hanno importanza, di come le nostre valutazioni siano sempre,inevitabilmente, sbagliate.
Ieri avevo sedici anni, oggi ne ho diciassette. Cosa è cambiato in un giorno? Quali drastici cambiamenti ha portato il soffio sulle candeline? 
Nulla. E sarà sempre così, a venti,trenta, cinquant'anni. Le nostre prospettive non cambiano perché muta un'unità, le nostre aspettative non si evolvono perché si trasforma la decina. Insomma, non è compiere gli anni che ci rende più grandi, più maturi.
Ma questo è risaputo e non vorrei annoiarvi con tali barbosi argomenti.

18 MARZO 2015
Dovrei smettere di scrivere post a metà, scordarmi di averlo fatto e ritrovarmi dopo due giorni a completarli tendando di assemblarne i pezzi. 
Riprendendo il filo del discorso, lunedì è stata una giornata fantastica!!
Direi di sorvolare sul  fatto che mio padre si è dimenticato di farmi gli auguri quando mi ha visto e che quando sono uscita di casa,felice come se fosse stato il mio compleanno come non mai, mi ha accolto nelle sue braccia fredde una pioggerellina fastidiosissima, un tempo che non era né bianco né nero: grigio.
Quando sono entrata in classe (nessuno se ne era reso conto) ho sorpeso i miei compagni mentre sistemavano la torta,le candeline e imprecavano per non aver portato l'accendino (ma i drogati quando servono non ci sono mai?)
Al che mi hanno fatta uscire buttata fuori dalla classe accompagnando il tutto da delle urla "di sclero" per il fallimento del loro diabolico piano. 
Comunque,alla fine, mi hanno fatto trovare la torta che vedete in foto sul banco, candelina accesa pronta per essere soffiata, una ciambella fritta (non so perchè) e un Bacio Perugina.


                                       (dovevamo convincere la prof in qualche modo!)

Poi la sera tortina con i miei e il giorno dopo super mega extra party (più o meno) con la mia migliore amica che è nata (i casi della vita) un giorno dopo rispetto a me. Sono stanca e non ho le forze per descrivere tutto quello che abbiamo fatto (e poi nemmeno vi interesserà  ma si dai) quindi vi posto qualche foto random. Pronti? Cominciamo!


Foto fatta dal proprietario del locale (bene così)


le festeggiate al centro (sentirsi importanti)


Foto con la sardina del gruppo (Alice)


Con la torta in mano perchè non ce l'hanno fatta aprire al ristorante... l'abbiamo mangiata in piazza!! ahah


Amiconi per la vita


Sorrisi XXL (si è tolta da poco l'apparecchio, ci stava!)


Polaroid con la mia bff Chiara

Insomma, momenti davvero indimenticabili che porterò con me per sempre e ovunque, anche in America (mi hanno regalato tantissime cose da portarmi in viaggio... mi veniva quasi da piangere).
Nel caso in cui possa interessarvi, i festeggiamenti non sono ancora finiti perchè nel weekend dovrò affrontare il pranzo di famiglia e una scampagnata per negozi con mamma (che fatica).
Quiiindi, per il momento è tutto... presto farò un post riguardante gli Usa (d'altronde è per questo che nasce il diario no?). Spero di non avervi annoiato con le mie chiacchiere a vuoto e niente, alla prossima gente!!!!

PS. Non c'entra nulla ma devo scriverlo da qualche parte,altrimenti finisco per non crederci più: ad aprile verrà pubblicato su una rivista filosofica (duemila stampe distribuite tra le università e non solo) un saggio breve che ho scritto come compito in classe di filosofia...ho la pelle d'oca! Ci sarà la presentazione della rivista e un incontro del genere... aaaaaaa che regalo fantastico!!!!!!







0 commenti: